Ultima modifica: 28 giugno 2019

Il giorno della memoria

La scuola primaria celebra il giorno della memoria

 Le maestre della 4 A , della 4B e della 5 A  in occasione del giorno della memoria hanno organizzato una lezione speciale

 Tutti insieme nell’atrio del primo piano, abbiamo visto un cartone animato

che raccontava della storia delle sorelle Bucci, due bambine di Trieste sopravvissute alla Shoà

   Eravamo attentissimi tutti, c’era un silenzio perfetto:

di fronte a certe storie non si può fare altro che riflettere

 Poi le maestre ci hanno fatto leggere una poesia , scritta da un giovane ragazzo ebreo meno fortunato delle sorelle Bucci:

lui dal campo di concentramento non è mai tornato

intenso, così assolutamente giallo, come una lacrima di sole quando cade. sopra una roccia bianca. così gialla, così gialla! l ultima, volava in alto leggera, aleggiava sicura. per baciare il suo ultimo mondo. Tra qualche giorno. sarà già la mia settima settimana. di ghetto. I miei mi hanno ritrovato qui. e qui mi chiamano i fiori di ruta. e il bianco candeliere di castagno. nel cortile. Ma qui non ho rivisto nessuna farfalla. Quella dell altra volta fu l ultima: le farfalle non vivono nel ghetto. Pavel Friedman (1921 – 1944)

 

Dopo le nostre riflessioni su tutto quello che avevamo visto ed ascoltato,

abbiamo pensato di prendere spunto dalla poesia e di realizzare tante farfalle come simbolo di libertà

Anche la tecnica utilizzata, gli origami, è una tecnica che si usa in Giappone per costruire

Gru simbolo della lotta alla guerra nucleare

Tutte le nostre farfalle e i nostri pensieri di libertà sono volati su dei cartelloni…

…che ora sono esposti in bella mostra nell’atrio della scuola

 Per non dimenticare…